Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
 
Juve Roma.La Juve è
  • Più abituata al vertice
    0%
  • Più fortunata
    4,5%
  • Più forte
    95,5%
 
Connetti
Utente:

Password:



Commenti

Il match a 360° Juventus Napoli

Gara preparata alla perfezione. E' la vittoria di Conte. Aggressivi ma anche convinti tatticamente, con delle prodezze individuali.

Salvo Campana redazione
lunedì 11 novembre 2013 05:50

Una gara preparata alla perfezione. Il merito è di Antonio Conte che ha lavorato su questa gara nei minimi dettagli ed i risultati gli hanno dato ragione. L'aggressività dei primi 17 minuti hanno fatto del Napoli poca cosa, il risultato chiaramente doveva essere ancora più corposo dopo il gol mancato da Bonucci. Parlare di un fuorigioco di 21 cm quando nessuno dei giocatori in campo del Napoli ha protestato (si parla di centimetri di un'azione svolta in velocità pazzesca), stiamo parlando di aria fritta. Nessuno può toglierci una vittoria strameritata, nemmeno le telecamere di sky. Quando una squadra prepara la partita in maniera tatticamente perfetta, bisogna soltanto fare tanti applausi. La Juve voleva tale gara: aggressiva all'inizio (i primi 15 minuti il Napoli non aveva capito cosa stava facendo in campo la Juve) e in attesa degli avversari dopo il gol del vantaggio. Per il Napoli, oltre la buona prova di Insigne, ho visto una squadra normale e poco incisiva in attacco (dov'era Higuain? Era in campo?). Il merito è soprattutto dalla tattica imposta da Antonio Conte, che ha studiato la gara alla perfezione, il tutto coniato dalle magie di Pirlo (punizione meravigliosa) e lo strapotere di Pogba con un gol straordinario. Paul cresce di partita in partita, è davvero un giocatore fenomenale. Un plauso particolare va Ogbonna poco osannato dai tifosi bianconeri perchè proveniente dal Torino, che è stato davvero incisivo e preciso in una difesa a tre sempre più affiatata e collaudata ed a Carlos Tevez, un giocatore che lavora continuamente per la squadra, sacrificandosi anche in fase difensiva: un giocatore a tutto campo, davvero formidabile. Credo che il 3-5-2 a mio avviso, nel campionato italiano è il modulo ideale per i bianconeri, che non soltanto esaltano le qualità di Bonucci, ma soprattutto la difesa è più coperta da un centrocampo sempre attento e preciso come questa sera, con un lavoro di ripiegamento svolto da Isla (finalmente una prova convincente del cileno) e Asamoah che sono stati preziosissimi nel contenere le folate avversarie sulle fasce soprattutto sul risultato di 1-0 per noi. Prossimo obiettivo: raggiungere e superare la Roma che si trova ad un punto di distanza dai bianconeri.

Torna alla home